Da Blois ad Angers nella Valle della Loira

Viaggio lungo i Castelli della Loira con un percorso di 2.000 km dal Frejus attraverso la Francia centro-occidentale.

Itinerario

Castelli della Loira

Percorso

Ho fatto questo viaggio tra il 7 ed il 15 agosto 2015.

L'itinerario del viaggio prevedeva l'ingresso in Francia tramite il tunnel del Frejus con una sosta intermedia a Grenoble prima di raggiungere la Valle della Loira. Questo ha permesso di evitare il traffico sulla direttrice tra Parigi e Marsiglia, particolarmente intenso nel periodo scelto. Il meteo è stato generalmente buono, ma con uno sbalzo di temperature anche di dieci gradi tra le giornate assolate e quelle nuvolose.

La durata del viaggio è stata limitata ad una settimana per evitare che un periodo più lungo risultasse monotono o ripetitivo. Dato l'elevato numero di castelli presenti nella valle, questo ha comportato una selezione abbastanza forte dei siti da visitare anche contando su un paio di visite al giorno. Per questo motivo ci siamo diretti immediatamente sulla città di Blois, nei dintorni della quale si trovano tre dei principali Castelli della Loira (Chambord, Cheverny e Chaumont), saltando la parte iniziale da Sully-sur-Loire ad Orleans. Analogamente, il viaggio è terminato ad Angers, saltando Nantes.

Con un'estensione di 200km tra Blois ed Angers, sarebbe stato possibile scegliere un unico posto per alloggiare (di solito la scelta cade su Tours) e raggiungere da questo i castelli da visitare. Abbiamo invece preferito soggiornare in più città, innanzitutto per alternare le visite ai castelli a quelle dei centri di queste città storiche. Inoltre, dover percorrere pochi chilometri la mattina per raggiungere i castelli da visitare permetteva di essere sul posto prima dell'arrivo dei pullman di turisti, con conseguenti file all'ingresso. Sempre per quest'ultimo motivo, è stato anche utile acquistare in anticipo i biglietti ai tre castelli principali presso l'ufficio del turismo di Blois, saltando la fila alla cassa sul posto.

Per l'alloggio ho prenotato le sistemazioni in hotel prima della partenza, che sono abbastanza numerosi anche nei centri minori e relativamente economici. Per la cucina, la scelta è ovviamente ampia: dai panini con la baguette ai numerosi ristoranti per le diverse fasce di prezzo.

Itinerario

Dato il periodo prossimo al picco di traffico estivo in Italia, il primo obiettivo è stato quello di attraversare il confine tra Italia e Francia prima del sabato antecedente al ferragosto, con Grenoble come prima tappa. Stando sul posto nel primo pomeriggio, è stato possibile visitare anche la città e la fortezza della Bastiglia, collegata al centro storico tramite una caratteristica teleferica.

Proseguendo il viaggio in direzione est-ovest, è stato possibile evitare il traffico nord-sud tipico del periodo in Francia a parte in prossimità di alcuni nodi autostradali come Lione o Clermont-Ferrand. Per rendere il viaggio più vario, ai castelli ho alternato la visita ad altri patrimoni storici, come la Cattedrale di Bourges, meta della prima tappa. Dopo una rapida visita a Valençay, abbiamo raggiunto Blois dove siamo rimasti due giorni. Da qui, abbiamo visitato i castelli di Blois, Chambord, Cheverny e Chaumont.

La tappa successiva è stata Tours, dove siamo rimasti due giorni per visitare i castelli di Chenonceau, Amboise, Villandry, Azay-le-Rideau e Langeais. Successivamente ci siamo diretti verso Saumur, che abbiamo raggiunto dopo aver visitato i castelli di Ussé e Chinon, oltre all'Abbazia di Fontevrault. Ultima tappa sulla valle della Loira è stata Angers, con il suo castello dopo aver visitato quello di Serrant.

Per il rientro, ci siamo diretti a sud in direzione Limoges, famosa per le sue ceramiche, per evitare la direttrice Parigi-Marsiglia. Dopo una sosta a Lione, siamo rientrati in Italia tramite il Traforo del Frejus, evitando per motivi di traffico sia il Monte Bianco che Ventimiglia.

Informazioni

Altre foto trovano sul mio album Flickr.

Continua